Nicoletta Ponchione – Vice Presidente Fedagri Piemonte

ponchione“L’accordo raggiunto sulla denominazione varietale della nocciola è un passo fondamentale. Continuiamo a tutelare i soci produttori piemontesi aderenti e il valore delle loro produzioni.

Si tratta di un passo fondamentale per la tutela della cultivar. Abbiamo effettuato in questi anni una forte azione sindacale a riguardo per salvaguardare il nostro prodotto e le sue caratteristiche che lo rendono unico, e insieme tutelare l’interesse dei nostri soci produttori, oltre un migliaio nella regione, associati alle O.P. Asprocor Piemonte e Ascopiemonte, entrambe cooperative aderenti a Fedagri. Speriamo che finalmente sia messa la parola fine alla annosa diatriba sulla denominazione. Eliminando il termine Langhe si eviterà che la nostra produzione possa essere confusa e assimilata a quelle provenienti da altri territori, aspetto da non sottovalutare, specie in una situazione di concorrenza estremamente agguerrita. La cooperazione agroalimentare piemontese che rappresentiamo afferma anche in questo caso la necessità di tutelare la qualità delle produzioni dei propri soci, e l’importanza delle denominazioni di origine, a vantaggio dell’economia della nostra regione e degli stessi consumatori”.